Percorso: Pagina iniziale / Archivio / Editoriali / Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fior...

Archivio Storico

Bari - Provincia - Regione

Photoblog

Antonio

Unione Europea

Gruppo del Partito popolare europeo (Democratico-cristiano) e Democratici europei

Gruppi Europei

Gruppo del Partito popolare europeo (Democratico-cristiano) e Democratici europei Grupo del Partito del Socialismo Europeo Grupo dell'Alleanza dei democratici e dei Liberali per L'Europa Gruppo verde Alleanza libera europea Gruppo confeerale della sinistra unitaria sinistra europea/sinistra nordicai Gruppo Indipendenza / Democrazia Gruppo Unione per L'Europa delle Nazioni

Modugno.it - info

Pubblicazioni: 8880
Commenti: 5173
Contatti:
Powered by
Modugno.it

Editoriali

Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fior...

[ Pubblicato Domenica, 11 Gennaio 2009 - 13:27 ]

Nell'anniversario dei dieci anni dalla scomparsa di Fabrizio De André mi sembra doveroso rivolgergli un sentito e profondo ringraziamento. Doveroso non per la ricorrenza di un anniversario o per mera retorica celebrativa, ma per fargli sapere, ovunque si trovi, che è anche merito suo se la nostra mente e la nostra anima hanno continuato a nutrirsi in questi anni, evitando per quanto possibile quella morte psicologica, intesa quale scarso attaccamento alla vita, che lo stesso Fabrizio temeva.

Rivolgo questo tributo, questo mio ricordo all'uomo che ha saputo cogliere le tante sfumature che la vita offre e che ha avuto il dono, la capacità ed il coraggio di riviverle, reinterpretarle e ridisegnarle nella sua musica. Non è mia intenzione ricordare De Andrè come un mito o un mostro del panorama musicale; preferisco riportare il mio pensiero al Fabrizio uomo, con tutti i suoi punti di forza e le sue debolezze, sperando di non fargli torto. Ma se un po' ho e abbiamo imparato a conoscerlo attraverso la sua arte, sappiamo che anche lui avrebbe preferito così. Molto più vicino alle figure umane ai margini, deboli, delicate e violente, fatte di carne e ossa, di sogni e delusioni, quelli che “se tu guarderai, se giudicherai da buon borghese, li condannerai a cinquemila anni più le spese, ma se capirai, se ricercherai, fino in fondo, se non sono gigli son pur sempre figli, vittime di questo mondo”, che Fabrizio ha incontrato nel suo cammino quotidiano, trasformandole poi in versi e note.
Oggi è certo un giorno particolare...ma quando incontri Fabrizio e le sue canzoni, quando lo inizi ad assaporare, quando ci entri in confidenza, quando ti comincia a risvegliare ciò che hai dentro, diventa una qualcosa parte di te che ti porti insieme ogni giorno ed ogni mese dell'anno, non solo a gennaio.
Per questo motivo sono sicuro che come me, tante altre persone lo ricordano quotidianamente, ascoltando la sua musica, le sue parole e, in fondo rammaricandosi che sia andato via forse un po' troppo presto...
Grazie ancora amico fragile!

Vito Paparella

Modugno.it - Pubblicità

Invia il tuo commento

Avvertenze da leggere prima di inviare un commento su Modugno.it
Non saranno pubblicati i commenti che contravvengono le indicazioni contenute nelle Avvertenze sottospecificate e nell' Informativa art. 13 D.lgs. 196/2003

E’ tassativamente vietato inviare commenti:
- che non hanno attinenza al post;
- anonimi;
- pubblicitari che lincano a siti commerciali (diretti o indiretti);
- con linguaggio offensivo o razzista o che violi le leggi i taliane (istigazione a delinquere, alla violenza, diffamazione, ecc.);
Modugno.it in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, potrà cancellare o non pubblicare i messaggi.
In ogni caso Modugno.it non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

(Se è la prima volta che lasci un commento, potrebbe essere necessario l'approvazione della redazione per la sua pubblicazione. Fino ad allora, non sarà visibile. Leggi le note legali prima di inviare il tuo commento.)

Prego, inserisci codice sicurezza antispam

Ricerca



In Pubblicazioni
In Aziende/Prodotti


Apri la tua Vetrina

Multimedia

Consigli

Il portale delle scuole modugnesi

Commenti recenti

Powered by
Modugno.it
Home |  PhotoBlog |  Dall'altra parte |  Vetrine |  Wiki |  Forum |  Newsletter |  Sondaggi |  Rassegna |  Guida |  Note legali |  Redazione